Gentile Collega,

come è ben noto, l’art.16 quater del D.Lgs. 502/1992 e s.m.i. dispone che la partecipazione alle attività di formazione continua (ECM) costituisce requisito indispensabile per svolgere l’attività professionale in qualità di dipendente per conto delle aziende ospedaliere, delle università, delle unità sanitarie locali e delle strutture sanitarie private o di libero professionista.

 

Inoltre l’art. 19 del Codice di Deontologia Medica prevede che “il medico, nel corso di tutta la sua vita professionale, persegue l’aggiornamento costante e la formazione continua per lo sviluppo delle conoscenze e delle competenze professionali tecniche e non tecniche, favorendone la diffusione ai discenti e ai collaboratori. Il medico assolve agli obblighi formativi. L’Ordine certifica agli iscritti ai propri Albi i crediti acquisiti nei percorsi formativi e ne valuta le eventuali inadempienze”.

Coerentemente i contratti collettivi nazionali di lavoro per il personale dipendente e convenzionato individuano specifici elementi di penalizzazione, anche di natura economica, per il personale che nel triennio non abbia conseguito il minimo di crediti formativi stabiliti dalla Commissione nazionale per la formazione continua.

Infine va ricordato che l’inadempienza riguardo all’obbligo formativo potrebbe avere serie conseguenze anche sul piano dell’eventuale copertura assicurativa nello svolgimento dell’attività professionale.

Nella seduta del 18 dicembre 2019 la Commissione Nazionale per la formazione continua ha stabilito di mantenere l’obbligo formativo, pari a centocinquanta crediti, per il triennio 2020-2022 e di consentire l’acquisizione dei crediti formativi relativi al triennio 2017-2019 sino al 31 dicembre 2020.

Attualmente, pertanto, ferma restando l’applicazione di quanto già disciplinato, la normativa ECM prevede per:

Triennio 2014 – 2016 e Triennio 2017 - 2019: il recupero dei crediti mancanti sarà consentito fino al 31 dicembre 2020 ed il conseguente spostamento si potrà effettuare sul CoGeAPS a cura del professionista;

• Triennio 2020 – 2022: l’acquisizione dei crediti formativi stabiliti, pari a 150 salvo esoneri, esenzioni e altre riduzioni, dovrà essere conseguita entro il 31 dicembre 2022.

Tutto ciò doverosamente premesso, per il triennio formativo ECM 2017/2019 la Commissione Nazionale per la Formazione Continua, la Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici e gli Ordini provinciali hanno adottato provvedimenti ed iniziative finalizzate ad incentivare i professionisti sanitari all'assolvimento del proprio percorso di aggiornamento continuo, puntando ad una maggiore semplificazione e chiarezza del sistema di regolamentazione dell’ECM.

Questo è un breve riassunto delle azioni intraprese:

1) POSSIBILITÀ PER TUTTI I PROFESSIONISTI CHE NEL TRIENNIO FORMATIVO 2014-2016 NON ABBIANO SODDISFATTO L’OBBLIGO INDIVIDUALE DI COMPLETARE IL CONSEGUIMENTO DEI CREDITI CON FORMAZIONE ECM SVOLTA NEL TRIENNIO 2017-2019

2) ATTIVAZIONE DI UN DOSSIER FORMATIVO DI GRUPPO DA PARTE DELLA FNOMCeO PER TUTTI I MEDICI CHIRURGHI E ODONTOIATRI ITALIANI, PER EFFETTO DEL QUALE CIASCUN ISCRITTO AGLI ALBI, MEDICO E ODONTOIATRA, HA ACQUISITO AUTOMATICAMENTE 30 CREDITI ECM, UTILI PER L’ATTUALE TRIENNIO 2017-2019

3) RICONOSCIMENTO DI CREDITI INDIVIDUALI TRAMITE:

  • Ricerca scientifica (pubblicazioni scientifiche e sperimentazioni cliniche)
  • Tutoraggio individuale
  • Formazione all’estero
  • Autoformazione per la quale è previsto l’ampliamento dal 10% al 20% della percentuale dei crediti formativi acquisibili per il triennio 2017/2019. Per il Triennio 2014/2016 il massimo acquisibile resta il 10% del totale dei crediti.

4) EROGAZIONE DI CORSI FAD GRATUITI ACCESSIBILI SUL SITO DELLA FNOMCeO (piattaforma FadInMed) AL SEGUENTE INDIRIZZO: https://portale.fnomceo.it/corsi-fad/

5) EROGAZIONE DI PERIODICI CORSI RESIDENZIALI GRATUITI DA PARTE DELL’ORDINE DI AREZZO

Al fine di verificare la propria posizione individuale rispetto all’obbligo ECM, è necessario consultare la banca dati nazionale gestita dal COGEAPS – CONSORZIO PER LA GESTIONE DELL’ANAGRAFE DEI PROFESSIONISTI SANITARI. In proposito, si forniscono alcune importanti istruzioni e indicazioni:

  • Se non lo si è già fatto, è necessario che il professionista si registri sul sito www.cogeaps.it che gestisce l'anagrafica dei crediti ECM dei sanitari italiani.
  • Nella fase di registrazione è necessario selezionare che la propria Federazione di appartenenza è la FNOMCeO (Federazione Nazionale Ordini Medici Chirurghi e Odontoiatri) e il proprio Ordine provinciale di iscrizione.
  • Una volta effettuata la registrazione, è necessario completare i dati della propria anagrafica indicando anche l'attività professionale esercitata e la disciplina. Ciò serve a COGEAPS per calcolare l'esatto debito formativo cui il professionista è tenuto (ad esempio per i Medici del Lavoro in relazione al D. Lgs. 81/2008).
  • Il professionista troverà l'elenco degli eventi ECM a cui ha partecipato ed i crediti che ha accumulato. E' importante ricordare che chi organizza gli eventi ha 90 giorni di tempo per inviare i dati al COGEAPS. Questo significa che è normale una latenza di almeno tre mesi nell'aggiornamento dei dati. Addirittura i corsi ECM online (FAD) hanno un ritardo nella registrazione ancora maggiore perché l'organizzatore invia i dati al COGEAPS solo alla chiusura dell'evento online. In conseguenza di quanto sopra, se ad esempio il professionista ha frequentato corsi ECM in modalità FAD con scadenza il 31/12/2019, potrebbe vederli nella propria scheda COGEAPS non prima del mese di aprile 2020 anche se il professionista ha svolto il corso nei primi mesi del 2019.
  • E' comunque consigliato a tutti i professionisti di conservare gli attestati al termine di ogni evento formativo frequentato perché se per qualche disguido il COGEAPS non riceve i dati da parte dell'organizzatore dell'evento, il professionista potrà comunque chiederne la registrazione esibendo l'attestato posseduto.
  • L'Ordine si rende disponibile a trasmettere al COGEAPS le richieste di esonero, esenzione, riconoscimento pubblicazione, autoformazione, ecc, che gli iscritti potranno scaricare dall'apposito link https://www.omceoar.it/formazione/ecm/normativa-e-modulistica-ecm

Il modulo dovrà essere opportunamente compilato in ogni parte, datato, firmato e trasmesso all'indirizzo mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. , allegando copia del documento. Non potranno essere gestite richieste incomplete.

Coloro i quali fossero in fase di formazione presso la Scuole di specialità o stiano frequentando il Corso di formazione in Medicina Generale hanno diritto all'esonero. Questa esenzione non è automatica ma BISOGNA COMUNICARLA di modo da non risultare inadempienti rispetto all'obbligo formativo.

  • I crediti ECM conseguiti come bonus per il dossier formativo di cui al punto 2) potrebbero risultare ancora 10, come prevedeva la precedente normativa. Ciò è da ritenersi normale perché è in corso l’aggiornamento tecnico della banca dati del COGEAPS.
  • I professionisti iscritti all’Ordine di recente potrebbero non essere censiti nell’anagrafica COGEAPS a causa di una latenza nella trasmissione dei nominativi dalla FNOMCeO al COGEAPS dovuta a motivi tecnici attualmente in fase di risoluzione.

Per qualunque informazione sulla propria posizione ECM risultante dall'anagrafica, il professionista può rivolgersi al front-office del COGEAPS, contattabile telefonicamente allo 06/36000893 o via email all’indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. .

 

Ciò detto, considerato l’approssimarsi del corrente triennio formativo, si raccomanda di provvedere a regolarizzare la propria posizione entro il 31 dicembre 2019.

Il Presidente

Dott. Lorenzo Droandi

 

torna all'inizio del contenuto